La continua evoluzione del calcio, il mutare delle tecniche, delle tattiche e dei metodi di gioco e il costante aggiornamento delle regole, se per un verso impegna l’arbitro e gli assistenti ad una maggiore consapevolezza del ruolo e delle responsabilità che assumono nel contesto agonistico, richiama anche l’osservatore arbitrale, elemento fondamentale della formazione dei direttori di gara, ad una più attenta e scrupolosa rilevazione dei fatti di gioco e quindi delle decisioni arbitrali. La preparazione e l’affinamento delle qualità di arbitri, assistenti e osservatori arbitrali, sia per il calcio che per il calcio a 5, avvengono prevalentemente nelle sezioni, palestre ideali per lo studio e la discussione, e attraverso la partecipazione a periodici corsi di aggiornamento organizzati dal Settore Tecnico dell’A.I.A. e dai vari Organi Tecnici competenti.
Proprio per favorire l’auspicata uniformità, sono stati predisposti dei quaderni che contengono le linee guida per Assistenti Arbitrali, Osservatori Arbitrali e per il Calcio a 5.
I documenti, frutto del lavoro operato di concerto dal Settore Tecnico con gli Organi Tecnici Nazionali, possono essere ora scaricati accedendo nel menù a lato del sito o attraverso i seguenti link.

 

:: LINEE GUIDA ASSISTENTI ARBITRALI (rev. 2014/15) ::

:: LINEE GUIDA OSSERVATORI ARBITRALI (rev. 2014/15) ::

:: LINEE GUIDA OSSERVATORI ARBITRALI – CRITERI ASSEGNAZIONE VOTO (rev. 2016/17) ::

:: LINEE GUIDA ARBITRI CALCIO A 5 (rev. 2016/17) ::

:: LINEE GUIDA OSSERVATORI CALCIO A 5 (rev. 2016/17) ::